Categoria: Rassegna di giurisprudenza

Cass. Pen., Sez. IV, sent. 8 maggio 2019, n. 19387

Responsabilità medica – norma applicabile:

Con la sentenza in oggetto, la Suprema Corte torna a pronunciarsi sugli aspetti penalistici della legge 24/17 ed in particolare sui confini applicativi e sul rapporto con l’art. 3 della legge 189/12.

Come noto, il nuovo art. 590 sexies c.p esclude la punibilità per  l’errore medico che si verifichi nell’esecuzione di linee guida adeguate al caso di specie, se l’errore si è verificato per imperizia e non sia dovuto a colpa grave; la colpa lieve per imperizia esecutiva delimita dunque l’area di irresponsabilità dell’esercente la professione sanitaria, mentre quando sia stata elevata o possa essere elevata imputazione per negligenza o imprudenza l’esimente in oggetto non opera.

Per questa ragione, concludono i Giudici della IV Sezione, ove a carico dei medici emergessero profili di colpa per negligenza, deve applicarsi l’abrogata l. 189/12, in quanto norma più favorevole, ed è dovere dei Giudici di merito verificarne l’eventuale operatività.

Condivida

Commissione parlamentare per l’attuazione del federalismo fiscale

Audizione del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Prof. Giovanni Tria

“Gentile Presidente On.le Invernizzi, On.li Senatori, On.li Deputati,
sono lieto di prendere parte a questa seduta e di affrontare con voi il tema del federalismo fiscale. E’ un tema complesso e di grande rilevanza per il futuro dell’assetto istituzionale del Paese..”

Prof. Giovanni Tria

Condivida

Associazione Centro Studi Borgogna - Via Borgogna 5 - 20122 Milano - C.F. 97860980156 - Privacy policy - Cookie policy - Powered by 3Bit