Condividi

Diritto e sanità. Terzo incontro.

La cronicità: dalla cura al prendersi cura, il cambio del paradigma assistenziale

A chi è rivolto?

Tutti i cittadini, avvocati, operatori sanitari

Area disciplinare

Diritto amministrativo, Legislazione sociale e sanitaria

Maggiori informazioni

Ciclo 5 incontri

Il convegno è inserito in un ciclo di 5 incontri gratuiti, organizzati dal Centro Studi Borgogna presso l'Università Statale di Milano, dedicati al diritto sanitario.

Dopo aver studiato, nei primi due incontri, la storia dell’ospedalità italiana ed europea e avere analizzato il dettato del art. 32 della Costituzione alla luce della giurisprudenza, ieri siamo entrati nel vivo della riforma sanitaria lombarda in attuazione del piano Nazionale per la cronicità.

Tema centrale e perno dell'incontro, introdotto dal Vicepresidente del Centro Studi, Dott. Federico Maurizio d'Andrea, e moderato dal Presidente, Avvocato Fabrizio Ventimiglia, è stato il cambio di paradigma tra il curare e il prendersi cura del paziente, cambiamento reso necessario e di grande attualità in epoca contemporanea a seguito dell’invecchiamento della popolazione e al consequenziale aumento delle malattie croniche.

L’intervento della Prof.ssa Maria Rita Gismondo è stato prezioso per inquadrare il concetto di cronicità da un punto di vista scientifico e per meglio comprendere il concetto di alleanza terapeutica ovvero il fondamentale rapporto che deve intercorrere tra medico, paziente e i propri familiari. Il Dott. Luca Merlino, Direttore dell’Osservatorio regionale sulle cronicità, ha analizzato la riforma sanitaria lombarda con particolare attenzione alla presa in carico del paziente cronico; la redazione di un Piano di Assistenza Individuale, fulcro della grande innovazione legislativa della Lombardia, è simbolo di un percorso fortemente personalizzato sulle esigenze del cittadino-paziente.

Un ringraziamento particolare al Dott. Luigi Cajazzo, Direttore Generale della Direzione Generale Welfare Lombardia, che ha sottolineato l'impegno delle istituzioni regionali nell’attuare al meglio la riforma del 2015 e la volontà politica di prendersi cura dei pazienti cronici.

Il Dott. Carmelo Ferraro, membro del Cda del Policlinico, ha chiuso l'incontro ricordando come l'eccellenza in ambito sanitario caratterizzi lo spirito lombardo sin dalla fine del quindicesimo secolo, quando Francesco Sforza fece costruire il primo grande ospedale milanese.

Introduce i lavori

Avv. FABRIZIO VENTIMIGLIA, Presidente del Centro Studi Borgogna

Modera

Dott. CARMELO FERRARO, Membro del CdA della Fondazione IRCCS Ca’Granda – Ospedale Maggiore Policlinico.

Relatori

Dott.ssa MARIA RITA GISMONDO, Direttore del Laboratorio di Microbiologia Clinica del Polo Universitario Azienda Ospedaliera “L. Sacco” di Milano.

Dott. LUCA MERLINO, Direttore Unità Organizzativa Osservatorio Epidemiologico Regione Lombardia, 

Data

9 maggio 2019

Ora

16:30 - 19:30

Luogo

Università degli Studi di Milano
Via Festa del Perdono, 3 (aula Infogiure, piano -1)

Costo

Gratuito

Crediti

Incontro accreditato dal COA Milano:

2 crediti

Iscrizione

Evento concluso

Associazione Centro Studi Borgogna - Via Borgogna 5 - 20122 Milano - C.F. 97860980156 - Privacy policy - Cookie policy - Powered by 3Bit