Diritto e sanità. Secondo incontro.

L’art. 32 della Costituzione e il diritto alla salute tra esigibilità e condizionamenti: lo stato della giurisprudenza

A chi è rivolto?

Tutti i cittadini, avvocati, operatori sanitari

Area disciplinare

Diritto amministrativo, Legislazione sociale e sanitaria

Maggiori informazioni

Il convegno è inserito in un ciclo di 5 incontri gratuiti dedicati al diritto sanitario ed è aperto agli addetti ai lavori e a tutti i cittadini interessati.

La costante giurisprudenza costituzionale ha affermato a più riprese che la tutela del diritto alla salute non può in alcun modo subire i condizionamenti che lo stesso legislatore incontra nel distribuire la risorse finanziarie di cui dispone. Da ciò si evince che, a parere della Corte, il nucleo irriducibile del diritto alla salute, riconosciuto e tutelato dalla Costituzione quale ambito inviolabile della dignità umana, non può in alcun modo entrare nel bilanciamento attuato dal legislatore nella distribuzione delle risorse finanziarie.

Già nel corso dei lavori dei tavoli giuridici di Rimini, in occasione del Congresso Nazionale di Federanziani, abbiamo potuto verificare come in questi anni il servizio sanitario sia diventato sempre più elemento di coesione sociale, mostrando forti segnali di trasformazione del bisogno sanitario stesso, e abbiamo recepito con preoccupazione il manifestarsi – nel quadro nazionale – di nuove emergenze, causate da crescenti difficoltà a mantenere livelli di assistenza adeguati e solidali, con pesanti ricadute sugli individui e sulle famiglie.

Partendo dalle considerazioni di esigibilità del diritto alla salute e di estrema difficoltà ed incapacità di fornire un servizio sanitario adeguato alle necessità dei pazienti, ci interrogheremo dunque sulla attuale validità dell’art. 32 della Costituzione, che definisce la tutela della Salute come diritto fondamentale dell’individuo, e se esso conservi, alla luce della giurisprudenza, la possibilità di attuazione concreta.

Saranno nostri autorevoli ospiti la Prof.ssa Lorenza Violini, Ordinario di Diritto Costituzionale in questa Università, la Dott.ssa Arianna Carminati, Ricercatrice di Diritto Pubblico presso l’Università degli Studi di Brescia, nonchè l’Avv. Davide De Lungo, componente dell’Ufficio legislativo della Camera dei Deputati.

 

Modera

  • Fabrizio Ventimiglia

    Presidente del Centro Studi Borgogna

Relatori

  • Dott.ssa Arianna Carminati

    Ricercatrice di Diritto Pubblico presso l’Università degli Studi di Brescia

  • Avv. Davide De Lungo

    Ufficio legislativo della Camera dei Deputati

  • Prof.ssa Lorenza Violini

    Ordinario di Diritto Costituzionale presso l’Università Statale di Milano

Data

11 Aprile

Ora

16:30-19:30

Luogo

Università degli Studi di Milano
Via Festa del Perdono, 3. Aula n. 113.

Costo

Gratuito

Crediti

Evento accreditato dal COA Milano:

2 crediti

Modalità di iscrizione

Condivida

Associazione Centro Studi Borgogna - Via Borgogna 5 - 20122 Milano - C.F. 97860980156 - Privacy policy - Cookie policy - Powered by 3Bit