I Modelli organizzativi e le frodi in competizioni sportive

A chi è rivolto?

Avvocati, giornalisti, studenti, manager, commercialisti

Area disciplinare

Diritto penale

9 marzo 2021

16.00 - 19.00

Online – Piattaforma Certificata FAD

Costo

100 Euro singolo evento, gratuito per tesserati

Crediti

In fase di accreditamento presso il CNF

Ciclo D.lgs 231/01

I Modelli organizzativi e le frodi in competizioni sportive

Il Centro Studi Borgogna torna ad occuparsi della Responsabilità Amministrativa degli Enti ex D. Lgs. n. 231/01 – martedì 9 Marzo, dalle ore 16.00 alle 19.00 – con il secondo appuntamento del Ciclo di Incontri che si articolerà in nove eventi calendarizzati nell’arco dell’intero anno e rivolti ad avvocati e professionisti nel settore legale.

Il secondo incontro, dal titolo “I modelli organizzativi e le frodi in competizioni sportive. Focus: L’ambito di applicazione dell’art. 25-quaterdecies, D.lgs. 231/2001. I presidi indispensabili per le società e i centri sportivi.”, avrà ad oggetto una rilevante novità introdotta in tema di responsabilità amministrativa degli Enti nel corso del 2019: l’art. 25-quaterdecies, il quale ha esteso il catalogo dei reati presupposto ai reati di frode in competizioni sportive, esercizio abusivo di gioco o di scommessa e giochi d’azzardo esercitati a mezzo di apparecchi vietati.

Con la legge n. 39 del 3 maggio 2019 viene recepita la Convenzione del Consiglio d’Europa, firmata a Magglingen, il 18 settembre 2014: in particolare, l’art. 5 co.1 della Convenzione inserisce nel D.Lgs. 231/01 l’art. 25-quaterdecies rubricato come “Frode in competizioni sportive, esercizio abusivo di gioco o scommessa e giochi d’azzardo esercitati a mezzo di apparecchi vietati”.

La Convenzione – e di riflesso il neo introdotto articolo– estende la responsabilità degli Enti ai casi previsti ai sensi degli artt. 1 e 4 della L. 401/1989: il delitto di frode sportiva – ex art. 1 L. 401/1989 – difatti, punisce chiunque ponga in essere una condotta consistente nella promessa ed offerta di “denaro o altra utilità o vantaggio” a qualsivoglia partecipante ad una competizione sportiva – regolarmente organizzata delle Federazioni riconosciute – e chi compie altri atti fraudolenti realizzati con lo scopo di raggiungere un risultato che sia diverso da quello che deriverebbe dal corretto e leale svolgimento della competizione; nonché il partecipante che accetta il denaro o accoglie la promessa di denaro. L’art. 4 della suddetta legge, invece, rubricato come “Esercizio abusivo di attività di giuoco o scommessa” annovera plurime fattispecie criminali e contravvenzionali connesse all’esercizio, vendita e organizzazione di attività di gioco c.d. professionale e scommesse in violazione di autorizzazioni o concessioni amministrative.

Inserendo tali reati tra i c.d. reati presupposto della Responsabilità amministrativa dell’Ente si evidenzia, ancora una volta nella politica criminale, la necessità di istituire un “doppio binario sanzionatorio”, ovvero punire da un lato le fattispecie – ivi previste – alla luce dei canoni della Giustizia Ordinaria e, altresì, in base a quelli già istituiti nella Giustizia Sportiva.

L’incontro del Centro Studi Borgogna si prefigge dunque l’obiettivo di richiamare l’attenzione sul tema, offrendosi quale occasione di confronto, approfondimento e discussione con i massimi esperti del settore.

L’evento, accreditato presso il Consiglio Nazionale Forense (n. 2 credit1), è a pagamento e si terrà in modalità da remoto, su Piattaforma Certificata FAD.

Saluti di indirizzo e introduzione ai lavori

Fabrizio Ventimiglia, Avvocato Penalista, Presidente del Centro Studi Borgogna

Modera

Filippo Grassia, Giornalista Radio Rai

Relatori

Leonardo Cammarata, Partner Studio Legale Arata e Associati

Tommaso Cortesi, Avvocato e Presidente OdV Atalanta Calcio S.p.A.

Giacomo Cardani, Avvocato e Membro OdV Società Calcistiche

Francesco Ghirelli, Presidente Lega Calcio Pro

Rassegna

Consulta gli approfondimenti giuridici presenti nella nostra Rassegna di Giurisprudenza.

Newsletter

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità, sui nostri eventi ed articoli, iscrivetevi alla Newsletter.

Diventa Socio

Se condividi le nostre finalità e vuoi contribuire alla crescita e allo sviluppo delle iniziative, puoi chiedere di aderire.

I nostri Partner

Il Centro Studi Borgogna sostiene