Ciclo Diritto e sanità – Università Statale – 2019

Diritto e sanità

Ciclo di 5 incontri

Scarica il programma

Il ciclo di incontri «Diritto e Sanità» nasce come occasione di confronto sul SSN per rilevare le criticità esistenti e provare a costruire alcune proposte migliorative del Sistema.

I cinque convegni in programma si propongono da una parte di analizzare a fondo il sistema socio-sanitario e assistenziale della Regione Lombardia, dall’altra di indagare sulle cause dell’attuale forte divario con vaste aree del Paese.

Partendo dal principio della centralità del paziente, il Centro Studi Borgogna promuove uno spazio di confronto tra professionisti e istituzioni per la progettazione di un sistema omogeneo e maggiormente capace di soddisfare le esigenze di cura e di assistenza dei malati.

Modalità di iscrizione

Scaricare il modulo da compilare online (non è necessario stamparlo) e inviare a iscrizione@centrostudiborgogna.it Iscriviti

Date e dettagli

Primo incontro. Dalle case di carità agli IRCSS: breve storia sociale e normativa della ospedalità
14 Marzo
Scopri di più
Secondo incontro. L’art. 32 della Costituzione e il diritto alla salute tra esigibilità e condizionamenti: lo stato della giurisprudenza
11 Aprile
Scopri di più
Terzo incontro. La cronicità: dalla cura al prendersi cura, il cambio del paradigma assistenziale
9 Maggio
Scopri di più
Quarto incontro. 1978 – 2018: a quarant’anni dalla nascita del SSN tra riforme, controriforme e autonomie regionali
10 Giugno
Scopri di più
Quinto incontro. La responsabilità medica: excursus giurisprudenziale e il sistema introdotto dalla legge Gelli-Bianco
11 Luglio
Scopri di più

Rassegna

Consulta gli approfondimenti giuridici presenti nella nostra Rassegna di Giurisprudenza.

Newsletter

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità, sui nostri eventi ed articoli, iscrivetevi alla Newsletter.

Diventa Socio

Se condividi le nostre finalità e vuoi contribuire alla crescita e allo sviluppo delle iniziative, puoi chiedere di aderire.

I nostri Partner

Il Centro Studi Borgogna sostiene