Il codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza

A chi è rivolto?

Avvocati, commercialisti

Area disciplinare

Diritto civile, diritto penale

4 ottobre

16:00-19:00

Sede CSB, Via Borgogna 5, Milano (MM San Babila)

Costo

20 Euro, gratuito per tesserati

Crediti

Incontro accreditato dal COA Milano:
2 crediti

Il codice della crisi di impresa e dell’insolvenza

Nuovi profili di responsabilità civile e penale per gli amministratori e per gli organi di controllo

Il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, introdotto in attuazione della legge 19 ottobre 2017, n. 155, riforma in modo organico la disciplina delle procedure concorsuali. Tra i principali obiettivi della nuova normativa vi è quello di far emergere tempestivamente la crisi d’impresa, per consentire alle imprese sane in difficoltà finanziaria di ristrutturarsi in una fase precoce al fine di evitare l’insolvenza e proseguire l’attività.

La Tavola Rotonda dedicata a tale materia, affronterà alcune delle modifiche che sono state apportate dalla riforma del 2019 con uno sguardo attento alle novità per quanto riguarda la responsabilità civile e penale per gli amministratori e per gli organi di controllo.

Modera

Avv. Fabrizio Ventimiglia,

Presidente del Centro Studi Borgogna

Relatori

  • Avv. Alessandro Palma,

    Avvocato titolare Studio Palma
    “Organo amministrativo” – Nuovi profili di responsabilità civile

  • Dott. Federico Rolfi,

    Magistrato fuori ruolo presso l’Ufficio Legislativo – Ministero Giustizia
    “Organo di controllo” – Nuovi profili di responsabilità civile

  • Avv. Antonella Zoni,

    Avvocato penalista
    “Organi amministrativo e di controllo” – Nuovi profili di responsabilità penale.

Rassegna

Consulta gli approfondimenti giuridici presenti nella nostra Rassegna di Giurisprudenza.

Newsletter

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità, sui nostri eventi ed articoli, iscrivetevi alla Newsletter.

Diventa Socio

Se condividi le nostre finalità e vuoi contribuire alla crescita e allo sviluppo delle iniziative, puoi chiedere di aderire.

I nostri Partner

Il Centro Studi Borgogna sostiene