D.Lgs. 231/2001 e Rating di Legalità

A chi è rivolto?

avvocati, addetti ai lavori

Area disciplinare

Diritto penale dell’impresa

22 novembre 2022

14.30 - 16.30

Su Piattaforma Certificata FAD

Costo

Evento Gratuito per i Soci CSB | A Pagamento per i non Soci (40 Euro)

Crediti

L’evento è accreditato dal Consiglio Nazionale Forense (n. 1 credito)

Nuova tappa del Ciclo “Azienda Italia”, dedicato alle aziende. Il focus dell’incontro – che si terrà da remoto martedì 22 novembre dalle ore 14.30 alle 16.30 – sarà incentrato su D.Lgs. 231/2001 e Rating di Legalità.

Avvierà i lavori Fabrizio Ventimiglia, Avvocato Penalista e Presidente CSB, che sarà presente per i saluti iniziali. Modera e discute Lorenzo Allegrucci, Avvocato del Foro di Roma, Vice Presidente Associazione ItaliaOggi. Ne discuteranno, in qualità di Relatori: Ombretta Main (Direttrice Direzione Rating di Legalità AGCM, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), Oscar Cosentini (Professore, Direttore Master II livello in Scienze Economiche, Bancarie e Assicurative Sep LUISS Guido Carli), Francesca Pace (Avvocato del Foro di Milano), Maria Pia Redaelli (Responsabile Anti Corruzione e Trasparenza, Regione Lombardia), Federico Maurizio d’Andrea (Presidente CdA Amsa S.p.A. e Vice Presidente CSB).

Il rating di legalità è un indicatore sintetico del rispetto di elevati standard di legalità da parte delle imprese che ne abbiano fatto richiesta.

Possono richiedere l’attribuzione del rating le imprese (sia in forma individuale che societaria) che soddisfano cumulativamente alcuni requisiti: sede operativa in Italia, fatturato minimo di due milioni di euro nell’esercizio chiuso nell’anno precedente a quello della domanda, iscrizione nel registro delle imprese da almeno due anni alla data della domanda, rispetto degli altri requisiti sostanziali richiesti dal Regolamento attuativo in materia di Rating di Legalità.

Tale riconoscimento prende la veste di un punteggio compreso tra un minimo di una e un massimo di tre “stellette”. L’impresa richiedente ottiene il punteggio base, qualora rispetti tutti i requisiti di cui all’articolo 2 del Regolamento, che potrà essere incrementato per ogni requisito aggiuntivo che l’impresa rispetta tra quelli previsti all’art. 3 del Regolamento stesso.

Il rating di legalità ha durata di due anni dal rilascio ed è rinnovabile su richiesta. Non ci sono costi per le imprese che vogliono ottenerlo. L’AGCM Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) pubblica sul proprio sito l’elenco delle imprese in possesso di Rating e lo tiene aggiornato.

Il rating di legalità nasce con l’obiettivo di promuovere l’adozione di comportamenti etici e trasparenti da parte delle organizzazioni imprenditoriali, per tradursi poi in benefici concreti quali, ad esempio: migliori possibilità di accesso ai finanziamenti pubblici, aumento della reputazione aziendale nel mercato, un migliore accesso al credito bancario.

L’evento, accreditato dal Consiglio Nazionale Forense (n. 1 credito), sarà visibile da remoto, su Piattaforma Certificata FAD, previa iscrizione.

Per informazioni su modalità di iscrizione e quote di partecipazione, scrivere a iscrizione@centrostudiborgogna.it oppure compilare il modulo dal sito. La partecipazione è gratuita per i Soci del Centro Studi Borgogna.

Ultimi eventi e corsi

Torneo di Tennis: 15 ottobre 2022

Rassegna

Consulta gli approfondimenti giuridici presenti nella nostra Rassegna di Giurisprudenza.

Newsletter

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità, sui nostri eventi ed articoli, iscrivetevi alla Newsletter.

Diventa Socio

Se condividi le nostre finalità e vuoi contribuire alla crescita e allo sviluppo delle iniziative, puoi chiedere di aderire.

I nostri Partner

Il Centro Studi Borgogna sostiene