La cassazione ribadisce la necessità di un effettivo contributo causale ai fini dell’integrazione del concorso omissivo dei sindaci nel reato di bancarotta fraudolenta

borgogna ·Pubblicazioni · 20 Gennaio 2022

Il Sole 24 Ore – Norme & Tributi Plus Diritto

A cura dell’Avv. Fabrizio Ventimiglia (Presidente CSB) e della Dott.ssa Giorgia Conconi (Studio Legale Ventimiglia)

Con la sentenza in commento la Suprema Corte torna sui requisiti necessari per la configurazione del concorso dei
componenti del Collegio Sindacale nei reati di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale posti in essere dagli
amministratori di una società, ribadendo che “la responsabilità dei sindaci non può desumersi da una mera loro posizione di garanzia e dal mancato esercizio dei relativi doveri di controllo, ma postula l’esistenza di elementi, dotati di adeguato e necessario spessore indiziario, sintomatici della partecipazione, sia pur libera e portata “in qualsiasi modo”, dei sindaci stessi all’attività degli amministratori ovvero dell’effettiva incidenza causale dell’omesso esercizio dei doveri di controllo rispetto alla commissione del reato di bancarotta fraudolenta da parte di costoro”.

Ultimi eventi e corsi

28/29 maggio

I nostri Partner

Il Centro Studi Borgogna sostiene